Ascoltare è importante. Sempre. 

Il potere dell’ascolto. Questo sconosciuto.

Ci riflettevo ieri, compilando una nuova versione del mio curriculum vitae. Mi sono dovuta chiedere cosa mi distinguesse dagli altri o cosa in generale io avessi imparato nei 10/11 anni di lavoro che ho sulle spalle. Ho esperienze di lavoro diverse tra loro ma in effetti un punto comune sono riuscita a trovarlo. In ogni singolo caso, la cosa che sempre mi ha distinta, è stata la mia capacità di ascoltare.

Non lo dico con presunzione o per vantarmi ma a trent’anni compiuti ho anche imparato a riconoscermi qualche merito e so che questa capacità mi appartiene.

Così so che quando devi assistere un cliente è importante ascoltarlo prima di provare ad aiutarlo, soprattutto se è un cliente arrabbiato e scorbutico. Forse è proprio in quel caso che non ti andrà di farlo più che in altri. Ma è ascoltandolo davvero e con attenzione che saprai cogliere dettagli, apparentemente insignificanti, che ti porteranno con facilità alla soluzione del suo problema. Assecondando la sua rabbia, facendoti accecare dalla sua arroganza o maleducazione e replicandola, perderai quei dettagli, non risolverai il problema e perderai tempo, che toglierai anche al cliente successivo. Insomma, non farai il tuo lavoro. Non farai ciò per cui sei pagato, ti arrabbierai e non avrai risolto nulla. Ti stupiresti di scoprire quanti di quei clienti arrabbiati chiedono scusa per il loro modi, una volta che il loro problema è risolto. Ok, ok… molti altri non lo fanno. Verissimo! Ma che importa! A fine giornata preferisci sapere di esserti procurato un’ulcera a suon di urla o di aver fatto bene il tuo lavoro?!

Se devi vendere un prodotto o un servizio ad un cliente ed il cliente non è del tutto convinto, come lo convinci? Il tuo obiettivo è pur sempre raggiungere un certo numero, un certo target giornaliero, settimanale, mensile. Al di là di tutte le tecniche di vendita possibili ed immaginabili, c’è una base imprescindibile. Devi ascoltare il cliente. Il cliente ti parla e lo fa in modo imprevedibile. Lo fa a parole o con rumori di sottofondo (se siete al telefono), con espressioni facciali (se siete vis a vis), ecc… Insomma, il tuo compito è quello di “ascoltare” il cliente nel senso più lato del termine. Devi essere attento e accurato, entrare in empatia con la persona con cui ti interfacci e “colpire” là dove senti che il cliente saprà cedere. Termini crudi ma è così che funziona. E non può funzionare se ti limiti a descrivere il prodotto ed elogiarne le fantastiche caratteristiche. Devi saper curare chi hai davanti.

Fino a qui ho parlato dell’ambito lavorativo e di due tipologie di lavoro… ma passando alla vita quotidiana e privata l’importanza del saper ascoltare non perde il suo significato, anzi!

Quante volte nella vostra vita privata vi siete scontrati con l’incapacità di alcune persone di ascoltarvi davvero? Ci sono persone che feriscono, senza volerlo, per il semplice fatto di non saper ascoltare.

Alcuni individui pensano di agire per il meglio, ma non si rendono conto di non fare nemmeno la metà di quel che servirebbe per rendere felici la persona a cui tengono, sia essa un familiare o un amico, perché semplicemente non sanno ascoltare (nel senso più lato del termine).

A volte ascoltare significa letteralmente ascoltare ciò che una persona ci dice ed elaborare un determinato messaggio, comprendendolo, accettandolo e facendone tesoro. Non tutti ne sono in grado.

Altre volte ascoltare significa ascoltare i silenzi di chi normalmente parla. Se improvvisamente chi parla molto tace, devi saper intuire che qualcosa non va, che quella persona soffre, che forse ti sta lanciando un messaggio d’allarme. Che forse non sta solo cercando di attirare attenzione. Forse ha davvero bisogno di aiuto.

Altre volte saper ascoltare significa saper osservare i cambiamenti, quelli che a volte facciamo finta di non vedere e decidiamo di ignorare. Non ignoriamo mai nulla.

Ascoltare è importante. Sempre.

 

vzft2nzh5a-mi-piace-ascoltare-no-non-le-parole-mi-piace-ascoltare-gli-sguardi-i-gesti-mi_a

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...